Legali.com

il sito degli avvocati italiani

Home > Nuove tecnologie > Il punto di vista di Segretaria24

Il punto di vista di Segretaria24

martedì 28 maggio 2013, di Francesco Pagano

Il 27 Aprile 2010 ci siamo occupati di segretariato remoto in questo articolo. In particolare, avevamo testato il servizio Segretaria24 di Deutsche Bureau AG, riscontrando alcuni problemi che abbiamo voluto evidenziare, non senza prima averli fatti presenti al fornitore del servizio.

A distanza di ben tre anni, siamo stati ricontattati dalla sig.ra Giulia Bertani, Assistente Marketing di Segretaria24.it, che ci ha inviato questa nota, che noi volentieri pubblichiamo, per garantire il diritto di replica:

"Scrivo in qualità di Customer Account Manager e Assistente Marketing presso Segretaria24.it (Deutsche Bureau AG). A poco più di tre anni dal commento pubblicato su questo sito, vorrei cogliere l’occasione per esporre il nostro punto di vista e fare chiarezza su quanto accaduto.
L’esperienza ci ha insegnato a fare tesoro delle critiche ricevute dai nostri clienti e a sfruttarle come occasioni per offrire un servizio sempre migliore. Con gli anni questo atteggiamento è diventato parte integrante della nostra politica aziendale e non esagero nel dire che è ciò che ci ha permesso di raggiungere i nostri maggiori traguardi. Quanto viene riportato in questo commento però presuppone una incomprensione delle condizioni di utilizzo del nostro servizio, per questo è necessario fare un po’ di chiarezza in merito.
La nostra offerta prevede un primo mese con canone gratuito e un bonus di 50€ sul traffico telefonico. Al termine del mese di prova, come specificato chiaramente al punto 8 delle condizioni contrattuali (citate in chiusura al Vostro commento), il servizio prosegue a pagamento secondo i costi della tariffa determinata in fase di attivazione. Questo ovviamente salvo diverse disposizioni del cliente, che può disdire il servizio in qualsiasi momento per i primi due mesi, e con un preavviso di due settimane a partire dal terzo mese. I nostri clienti non devono sottoscrivere alcun tipo di ABBONAMENTO, una scelta che è stata presa per offrire una flessibilità totale ed una garanzia di professionalità ai nostri clienti. Resta il fatto che il diritto di recesso deve essere esercitato dal cliente secondo le modalità indicate nelle nostre condizioni contrattuali, ovvero previa richiesta tramite e-mail o fax al nostro Servizio Clienti. Vorrei inoltre chiarire un altro aspetto. Il contratto che proponiamo è di tipo telefonico e decorre dal momento stesso dell’attivazione. Al termine del mese di prova si può sempre modificare il piano tariffario scelto sulla base delle telefonate ricevute. Una telefonata mancata da parte del Servizio Clienti non determina in nessun modo l’interruzione "automatica" del servizio e non toglie al cliente la possibilità di contattare autonomamente l’azienda per chiedere un preventivo spese. Ricordo inoltre che tutte queste informazioni vengono comunicate al cliente al momento della telefonata per l’attivazione del servizio, oltre ad essere inviate per email pochi minuti dopo la stessa e spedite per posta.
Il motivo per cui proponiamo da subito un contratto è semplice: con un contratto ci impegniamo a tutelare la riservatezza dei dati dei nostri clienti già a partire dal mese di prova. Una garanzia che il cliente non avrebbe in assenza di un vincolo contrattuale. Inoltre il contratto serve a tutelare la nostra stessa azienda. Per poter offrire il nostro servizio infatti sosteniamo dei costi fissi (relativi al personale di segreteria così come alle linee telefoniche messe a disposizione dei clienti). Nell’ipotesi che il bonus di 50€ venga superato ad esempio, chi ci garantisce che il cliente salderà gli importi in eccesso? In casi di fraintendimenti e incomprensioni ci siamo sempre mostrati aperti al dialogo e orientati ad una soluzione pacifica e vantaggiosa per entrambe le parti. Questo ci ha anche portato a stornare delle fatture di canone in casi di non utilizzo del servizio o ad assegnare un ampliamento del bonus a chi non avesse avuto la possibilità di testare il servizio durante il mese di prova.
Spero quindi di aver fatto luce sull’etica aziendale di Segretaria24.it e confido nel fatto che quanto da me riportato nella presente verrà condiviso da tutti quei clienti che ogni giorno ci ringraziano per l’ottimo lavoro svolto.
Giulia Bertani
Segretaria24.it
"

Desideriamo solo far notare che, contrariamente a quanto dichiarato dalla sig.ra Bertani, i nostri interlocutori di allora non ci sono sembrati affatto aperti al dialogo e orientati ad una soluzione pacifica e vantaggiosa per entrambe le parti. Vogliamo sperare, per i loro attuali e futuri clienti, che la situazione, oggi, sia cambiata in meglio.