Legali.com

il sito degli avvocati italiani

Home > Convegni e seminari > I giovani avvocati e i nuovi diritti

I giovani avvocati e i nuovi diritti

venerdì 23 marzo 2007, di Francesco Pagano

«La generazione dei diritti, l’ambizione di aggiungere, il dovere di conservare»: questo il tema della seconda Conferenza nazionale sulla difesa dei non difesi promossa dall’Associazione italiana giovani avvocati che si terrà a Verbania dal 23 al 24 marzo.

I giovani avvocati hanno scelto di dedicare la seconda conferenza nazionale sulla questione all’evoluzione dei diritti nella società post-industriale, sempre più fondata sulla conoscenza e sul sapere piuttosto che sulla mera proprietà dei beni materiali. Una intensa "due giorni", durante la quale i Giovani Avvocati si confronteranno con una "generazione di diritti" in continua evoluzione e moltiplicazione: la società si è evoluta ed è aumentata la quantità di beni considerati meritevoli di tutela. Si pensi al diritto all’acqua, alla salvaguardia del singolo nei confronti dell’informatizzazione, alla tutela dell’embrione per giungere fino al testamento biologico, solo per afferrarne alcuni da un catalogo sempre più corposo.

Ad ogni "aggiunta", però - affermano gli organizzatori - non può e non deve corrispondere una sottrazione. Cosa succede quando il diritto individuale entra in conflitto con il diritto collettivo o con la salvaguardia di valori etici o religiosi? Sono sufficienti le forme contemplate dal nostro ordinamento per assicurare il rispetto e l’effettività dei diritti oppure occorre individuarne altre? Qual è il rapporto che deve intercorrere tra lo sviluppo economico, i costi e l’espansione delle tutele? Questi sono alcuni degli interrogativi che formeranno oggetto di riflessione.

La prima sessione di venerdì 23 marzo sarà dedicata alla evoluzione dei diritti. L’introduzione è a cura di Luca Scagliotti, Giunta Aiga. Al dibattito, coordinato da Giovanni Negri del Sole 24 Ore prenderanno parte Michele Ainis, ordinario di diritto pubblico dell’Università di Teramo, Antonio Guidi, presidente dell’Istituto italiano di medicina sociale, Ignazio la Russa, presidente del gruppo di An alla Camera dei deputati, Pierluigi Mantini, responsabile Giustizia della Margherita, Luca Marini, presidente del Centro studi biogiuridici Ecsel, Bruno Mellano, vicepresidente della commissione per la Semplificazione della legislazione della Camera e Gaetano Silvestri, giudice della Corte costituzionale.

La seconda sessione, affronterà il tema della evoluzione dei mezzi di tutela. Aprirà i lavori Stefania Ciocchetti, Giunta Aiga, ed interverranno Sandro Amorosino, ordinario di diritto pubblico dell’Università «La Sapienza» di Roma, Andrea Giussani, ordinario di procedura civile dell’Università di Urbino, Pietro Lonardo, rappresentante dell’Italia al Consiglio d’Europa, Grazia Mannozzi, ordinario di diritto penale dell’Università Insubria e Francesco Sclafani della direzione legislativa e legale dell’Authority per l’Energia.

Seguirà la tavola rotonda dal tema «il diritto sostenibile tra giustizia e sviluppo economico», coordinata da Flavio Haver del Corriere, alla quale prenderanno parte Luigi Bobba, commissione Lavoro del Senato, Valter Militi, presidente dell’Aiga, Michele Vietti, portavoce dell’Udc, e Luciano Violante, presidente della commissione Affari costituzionale della Camera dei deputati.

di osservatoriosullalegalita.org


Vedi on line : Osservatorio sulla Legalità