Legali.com

il sito degli avvocati italiani

Home > News > Il Consiglio d’Europa richiama l’Italia: processi troppo lenti

Il Consiglio d’Europa richiama l’Italia: processi troppo lenti

venerdì 27 marzo 2009, di Francesco Pagano

Italia ’recidiva’ a Strasburgo per i processi troppo lenti e per le farraginose procedure d’indennizzo.

il Consiglio d’Europa ’bacchetta’ il nostro sistema giudiziario e invita l’Italia alle riforma necessarie per abbreviare la durata dei procedimenti, civili e penali, dando anche un limite di tempo per l’adeguamento: il 2009 per le procedure amministrative e Giugno 2010 per i processi civili e penali. Questa volta e’ intervenuto il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa per ribadire che "l’eccessiva lungaggine delle procedure giudiziarie in Italia necessita con urgenza di una sollecita riforma della legge".

Nei tribunali italiani - si legge in una nota da Strasburgo - sono pendenti cinque milioni e mezzo di procedimenti civili e oltre tre milioni di processi penali. I Ministri del Consiglio d’Europa sollecitano l’adozione di misure legislative - magari una legge ad hoc - per accelerare i procedimenti e abbreviare la durata dei processi, anche nel settore amministrativo. Il Comitato dei Ministri di Strasburgo suggerisce pure la modifica della Legge Pinto, cioe’ la creazione di un sistema di finanziamento che acceleri l’indennizzo per le sanzioni previste dalle numerose condanne all’Italia della Corte europea dei Diritti dell’Uomo.


Vedi on line : Fonte