Legali.com
il sito degli avvocati italiani

Sito per gli avvocati italiani, per tenersi aggiornati, sfruttare le nuove tecnologie, dialogare con i colleghi, sottoporre quesiti giuridici, fare ricerche in ambito legale.

Questo sito web è in vendita.
Se vuoi acquistarlo telefona allo 090-8966103.
Stato della Giustizia?
Articolo pubblicato online il 16 ottobre 2007

di Francesco Pagano
Stampare logo imprimer

Da Formiche.net

Giustizia italiana: l’unica "pena" certa quella delle vittime

Scarcerati i due ragazzi di 17 e 18 anni che hanno investito il piccolo Renzo di 3 anni mentre andava in bicicletta su una pista ciclabile assieme alla mamma. Ieri in un incidente a Marigliano, in provincia di Napoli, un altro ragazzo ha tolto la vita ad un bimbo di 10 mesi e ridotto in coma sua madre; era ubriaco. Come se non bastasse, si discute ancora se incarcerare o meno il rumeno di Appignano, mentre esplodono bombe carta presso il residence dove si trova agli arresti domiciliari per aver ucciso 4 ragazzi mentre guidava in stato di ebbrezza. La Giustizia italiana sembra sempre pi un’Ingiustizia. Pene irrisorie e non certe, l’unica pena certa quella delle vittime. Vogliamo ripeterlo, anche se con profonda amarezza: non basta un pacchetto sicurezza, bisognerebbe mettere le mani al "pacchetto giustizia".

Da THE INSTABLOG

Giustizia: Mastella, Entro cinque anni tempi pi celeri

Il ministro della Giustizia Clemente Mastella al lavoro per "modificare lo stato delle cose per eliminare la viziosit della giustizia e renderla pi celere". Lo ha affermato lo stesso Guardasigilli a Vicenza. "Ho presentato due provvedimenti che riguardano sia la giustizia civile che quella penale affinch venga ridotta nei tempi massimi di cinque anni", ha dichiarato Mastella. "Ora i provvedimenti sono nell’area parlamentare; il governo ha gi concordato con le mie misure".



Sito realizzato con SPIP
con il modello ESCAL-V3
Versione: 3.79.33